Apre al pubblico il 18 ottobre il nuovo evento culturale “San Francesco dall’Alto. Con lo sguardo verso il cielo” organizzato dalla Diocesi di Piacenza-Bobbio – Ufficio Beni Culturali e parrocchia di San Francesco, in collaborazione con Cooltour.
In occasione del cantiere di restauro del tetto della chiesa e del fronte su via XX Settembre, si è scelto di riproporre una salita per il pubblico, un cantiere “aperto” proprio come si fece per il restauro del campanile della Cattedrale nel 2015, allo scopo di sensibilizzare alla cura e custodia del patrimonio culturale.
L’inizio del percorso sarà sul sagrato, dove i visitatori troveranno i comodi gradini del ponteggio sulla sinistra della facciata di San Francesco, toccando così con mano i suoi mattoni, lasciandosi stupire dalla sua mole, per poi dare uno sguardo dall’alto sulla meravigliosa piazza Cavalli, arricchita fino al 28 dicembre 2020 dall’ installazione di Mimmo Paladino, dove l’arte contemporanea dialoga con quella barocca sul filo dei monumenti equestri.
Il percorso proseguirà per salire sul ballatoio in controfacciata a quasi 20metri di altezza, potendo così ammirare, da una posizione inedita, l’interno della chiesa e sfiorare il grande rosone con le sue caleidoscopiche vetrate colorate.
Avviandosi verso la discesa si potrà lasciar correre lo sguardo sulla grande lunetta seicentesca raffigurante il “miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci”, opera di Benedetto Marini. Un’opera di quasi 10 metri di larghezza, anticamente collocata nel refettorio del convento, osservando la quale lo sguardo si perde nelle centinaia di volti raffigurati in un paesaggio sospeso.
Il percorso si concluderà all’interno della basilica, scrigno di meravigliosi beni artistici.