Un percorso a piedi guidato alla scoperta delle chiese del centro della città di Piacenza poste lungo il tratto cittadino della via Francigena, alcune delle quali solitamente chiuse al pubblico. Da Santa Maria di Campagna, uno dei gioielli rinascimentali di Piacenza, in prossimità delle mura farnesiane (1525-1545 circa) e la porta di Sant’Antonino, una delle più antiche della città, si arriva a Santa Brigida, fino a San Nazzaro, Sant’Ilario, Sant’Antonino. Un unicum nel panorama cittadino sono sicuramente i due sarcofagi paleocristiani ai lati dell’ingresso della chiesa di Sant’Antonino, e l’ambiente ipogeo nella piccola chiesa di Santa Maria in Cortina, databile al IV secolo, probabilmente il luogo dove San Savino ritrovò il corpo del santo patrono Antonino. Il tragitto prosegue verso San Vincenzo, per toccare San Paolo e concludersi con la visita della chiesa di Sant’Anna. Lungo il cammino i partecipanti potranno assaggiare il cibo dei pellegrini ed ascoltare musiche del tempo (facoltativo).